Tomba di via Dante

 

Un’altra tomba a camera è stata rinvenuta nel 1934 in Via Dante. Questa  risulta essere una delle tombe più antiche della necropolidi Taranto.  E’ a pianta quadrata (3.5×3.5 m) realizzata e coperta con lastroni che poggiano su un architrave sorretto da una colonna dorica a fusto liscio. Per accedere alla tomba era necessario rimuovere alcuni lastroni del lato sud, in corrispondenza del quale all’interno insistevano tre gradini perpendicolari al muro. La struttura databile intorno al V-IV secolo a.C., presentava un sarcofago nel quale furono rinvenuti tre scheletri, e due tombe a fossa scavate nel pavimento, ognuna delle quali conteneva uno scheletro di adulto. Risalgono alla fine del V secolo a.C. le deposizioni delle due tombe a fossa e di una delle tre nel sarcofago; il loro corredo funerario, costituito per la maggior parte da recipienti per il vino, fa pensare all’uso aristocratico del simposio. Per questo si potrebbe trattare di tre personaggi legati da una parentela o un’affinità di tipo gentilizio.

 

Annunci

Associazione Turistica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: