Cinta difensiva Taranto via Emilia

 

CINTA DIFENSIVA

Taranto, via Emilia

Età Classica

Tra corso Italia e via Emilia, nell’area adiacente alla Chiesa della Madonna della Fiducia, nei pressi della nota “Masseria del Carmine”, oggi abbattuta e sostituita da un moderno edificio, sono ancora in sito alcuni tratti del circuito difensivo della città greca, relativi al settore sud-orientale che raggiungeva in linea retta la costa del Mar Grande, non lontano da Torre d’Ayala.
Le indagini condotte nell’area nel 1968 e 1980 sui resti affioranti, già noti dalla descrizione di L. Viola della fine del secolo scorso, hanno consentito di ricavare dati importanti soprattutto sui diversi rifacimenti subiti dal circuito murario, in connessione con le note vicende storiche che hanno interessato la città nel corso del 111 sec. a.C.
Si conserva un tratto di ca. 70 metri, costituito da un doppio paramento di blocchi tufacei con emplekton (riempimento) interno e setti trasversali di collegamento disposti a distanza regolare, conservati in alcuni punti fino a tre filari. La struttura è impostata su un piano appositamente predisposto di argilla e pietrame; i due paramenti distano fra loro m 4.20 e si conservano per una sola assise.
Diversi blocchi presentano incassi laterali per il sollevamento e segni di cava: lettere dell’alfabeto greco, simboli e sigle, con molta probabilità utilizzati prevalentemente con valore di numerale, per favorirne la messa in opera.
Sia i dati epigrafici che stratigrafici consentono di inquadrare questa prima fase costruttiva fra il 450 e il 430 a.C. Ad un rifacimento successivo, invece, va riferita un’altra opera muraria in carparo che si sovrappone al muro di età classica, conservandone l’orientamento. È costruita in blocchi irregolari che definiscono una struttura a sacco, larga ca. 2 metri, realizzata in maniera poco accurata e inquadrabile nel III sec. a.C., probabilmente in relazione alle ricostruzioni successive alla prima conquista romana.

Associazione Turistica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: