Tomba a semicamera via Alto Adige

 

TOMBA A SEMICAMERA

Taranto, via Alto Adige

Età Ellenistica

La zona gravitante intorno a via Alto Adige è stata interessata a più riprese da scavi archeologici, che hanno evidenziato la presenza, in questo settore dell’abitato antico, di una vasta area di necropoli, prevalentemente di età tardoclassica ed ellenistica (IV – 11 sec. a.C.), caratterizzata da sepolture di tipologia varia, fra cui tombe a camera e a semicamera, scavate nella roccia, individuate all’esterno da semata (segnacoli) e naiskoi (monumenti funerari a forma di tempietto). Nel 1982, operando in connessione con i lavori di costruzione di un nuovo edificio scolastico, furono messe in luce oltre trenta tombe, due delle quali a semicamera. D’intesa con l’Amministrazione Comunale, una delle sepolture fu conservata all’interno della scuola, con accessibilità dal cortile per mezzo di una botola, visibile anche dalla palestra attraverso una copertura di plexiglass.
La tomba, a fossa rettangolare ricavata nella roccia, presenta le pareti intonacate, ad eccezione di una zona nella parte inferiore presso il fondo: il piano deposizionale doveva essere quindi rialzato con materiale deperibile. La decorazione pittorica si limita ad una fascia continua in rosso in prossimità del margine superiore delle pareti, su cui sono ricavate nicchie semicircolari anch’esse con tracce di colore rosso e verde. Lo scavo della struttura funeraria, priva al momento del rinvenimento di copertura, ha consentito di ipotizzarne un utilizzo, già in antico, come luogo di scarico, I resti del corredo e dei frammenti architettonici del monumento esterno permettono di proporre una datazione nella seconda metà del III se. a.C.

Associazione Turistica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: